LA STORIA SIAMO NOI!

La storia si è fatta lunga,la polvere del tempo cade, ma basta una scrollatina che tutto torna crudo e violento come se fosse successo ieri.

(Franco Fortini)

La notizia: Giovedì 19 Settembre 2019 il Parlamento Europeo ha approvato con 535 voti a favore, 66 contrari e 52 astenuti la risoluzione di condanna dell’uso dei simboli del comunismo chiedendo la rimozione dei monumenti che in molti paesi europei celebrano la liberazione avvenuta ad opera dell’Armata Rossa, ed equiparando il comunismo al nazifascismo. Continua a leggere...

contro imperialismo e militarismo NO ALLA GUERRA

Giorgio Cremaschi

CHI NON SI OPPONE È COMPLICE!

Il Centro Sociale 28 Maggio, che ha sostenuto fin dalla sua nascita Potere al Popolo, è a Rovato, cittadina della Franciacorta bresciana ad alta densità leghista. Qui il 28Maggio da anni opera controcorrente, nel territorio e su tutti i grandi temi nazionali, in particolare quelli dell’antifascismo e dell’antirazzismo, della pace e della guerra.
Ora il CS pubblica un utilissimo libretto contro la guerra, curato in particolare da Beppe Corioni.
L’opuscolo “NO ALLA GUERRA” in poco più di cinquanta pagine raccoglie una piccola miniera di dati e notizie, tutti conosciuti ma dispersi in quella che il libro stesso definisce indifferenza e passività generalizzate, di fronte ad una situazione di una pericolosità estrema. C’è una grande, giusta, mobilitazione per i guasti del cambio climatico. Però perché non c’è lo stesso impegno di fronte al ritorno della minaccia dell’annientamento nucleare?
Questo si chiede il Centro Sociale e chiarisce che con 15000 ordigni nucleari, con 1700 miliardi di dollari di spese militari ogni anno nel mondo, di cui 650 solo degli Stati Uniti. Con la disdetta da parte di Trump degli accordi sugli euromissili, con l’installazione di nuovi micidiali ordigni nucleari in Europa ed in Italia. Con le centinaia di guerre in tutto il mondo. Con il dilagare del riarmo, della guerra, dei massacri, l’olocausto nucleare torna ad avvicinarsi. Siamo a 2 minuti dalla mezzanotte, secondo gli scienziati che da decenni misurano il rischio della fine dell’umanità.
E la NATO e la UE sono strumenti e attori di questo aggravarsi del rischio guerra totale. E tutti i governi italiani, nessuno escluso compreso l’ultimo, nulla hanno fatto per sottrarre l’Italia al rischio guerra nucleare. Anzi il nostro paese viola sfacciatamente i trattati internazionali, installando nuove bombe all’idrogeno a Ghedi ed Aviano, e assieme a NATO e UE si oppone alla messa al bando delle armi nucleari votata dall’assemblea dell’ONU.
Vengono dolore e rabbia leggendo tutti i dati sui milioni di morti delle guerre USA e NATO di questi decenni, soprattutto perché tutte queste guerre continuano e si estendono. E proprio oggi che ce ne sarebbe il massimo bisogno, si sente il vuoto di quella mobilitazione pacifista, che neppure venti anni fa il New York Times definì come la seconda superpotenza mondiale.
Il libretto NO ALLA GUERRA è un ottimo strumento per far conoscere la gravità della situazione, per rompere con le tante complicità che la nascondono, per riprendere quella mobilitazione contro la guerra oggi più necessaria che mai.
Chi non si oppone è complice! ..È la conclusione dell’opuscolo.
Così, leggere e diffondere questo semplice e chiarissimo opuscolo contro la guerra può essere il primo atto di ripresa dell’iniziativa.
Chi volesse saperne di più, trova Il Centro Sociale 28 maggio in un proprio sito, oppure su FB. Continua a leggere...

COMUNISMO AI TEMPI DELL’UNIONE EUROPEA

Venerdì 25 ottobre alle ore 20.45
al Centro Sociale 28 maggio
via Europa 54, Rovato (BS)

Francesca Parmigiani ANPI Brescia
Lamberto Lombardi segretario del PCI di Brescia
Alberto Marino PRC Brescia
Giorgio Cremaschi portavoce nazionale di Potere al Popolo
Parleremo di

COMUNISMO AI TEMPI DELL’UNIONE EUROPEA

L’identità comunista declinata al presente, ma in continua evoluzione, deve ispirarsi alla famosa frase di Thomas Sankara e avere il coraggio d’inventare l’avvenire!
La grande maggioranza del Parlamento dell’Unione Europea il 19 Settembre 2019, con uno schieramento che comprende forze reazionarie di estrema destra, liberaldemocratici, democristiani, socialdemocratici, europeisti e sovranisti, ha votato l’equiparazione di comunismo e nazismo con un’infame operazione di revisionismo storico.
Lo ha fatto affermando che la seconda guerra mondiale sarebbe scoppiata per pari responsabilità della Unione Sovietica e della Germania nazista, la battaglia di Stalingrado sarebbe solo un episodio marginale di essa e la liberazione dell’Europa sarebbe merito degli americani.
Il Parlamento UE, che condanna assieme comunismo e nazismo, si guarda bene dall’usare la parola fascismo, che nel suo lunghissimo documento non compare mai.

Questa vergognosa risoluzione ha lo scopo di giustificare il fascismo e colpire il comunismo, anche se qualcuno che si dichiara di sinistra, anche estrema, fa finta di non aver capito e sostiene che la condanna europea sarebbe solo per lo stalinismo e non per il comunismo.
Questo pensiero unico ha espulso dalla politica europea una sua componente fondante, il socialismo inteso come limitazione del potere del mercato per il raggiungimento dell’eguaglianza sociale, e ha messo fuorilegge ciò che ostacola il dominio del libero mercato bollandolo come vecchio e regressivo.

Ora l’anticomunismo dà veste ideologica alla caccia alle streghe, esattamente come il maccartismo negli USA degli anni Cinquanta, che servì a perseguitare pensiero critico e lotte sindacali.

Il voto del parlamento UE è un’opera di falsificazione storica,
ma la domanda di fondo è: perché essa viene fatta e perché proprio oggi? Perché torna virulento l’anticomunismo in Europa, quando non c’è neppure in lontananza una presenza comunista tale da poter minacciare qualcuno o qualcosa?
È questo che dobbiamo chiederci.
E’ essenziale per combattere questa fabbrica del falso e questa dittatura dell’ignoranza, come spiegava Gramsci: ”conoscere gli arnesi dei nostri nemici” perché questa conoscenza renderà possibile “progredire muovendo da un senso di distinzione, di distacco e di indipendenza”.

Per queste ragioni insieme vogliamo discutere del futuro dei comunisti, in un mondo che “decreta” la nostra messa fuorilegge e fuori dalla storia.

SERATA BENEFIT PER LA FAMIGLIA DI CRISTIAN

16 NOVEMBRE al CentroSociale28maggio Rovato

SerataBenefit: KlasseKriminale, FecciaRossa, Spaccastronzi
·
Organizzato da Trojan Skinheads 161 Brescia

·

16 nov dalle ore 18:00

Martedì 17 settembre abbiamo appreso la tragica notizia della prematura scomparsa di Cristian, un amico, un ragazzo Skin della provincia di Bergamo, deceduto dopo un tragico incidente stradale.
Aveva solo 38 anni, troppi pochi per lasciare Jessica, sua moglie e il piccolo Enea di 4 anni.

Questa serata la vogliamo dedicare a lui.
Ci piace pensare che, anche se non fisicamente, con l’anima sia con noi.
Il ricavato della serata sarà devoluto alla famiglia.

I ragazzi del 28 Maggio si dedicheranno anche alla preparazione della cena, per chi vorrà essere presente è invitato a scriverci dandoci conferma della partecipazione.

In serata sarà anche presentato il libro “Spirit of ’69” e subito dopo saliranno sul palco:

KLASSE KRIMINALE,
FECCIA ROSSA
SPACCASTRONZI

Concludendo con Dj Set by GioSkaRocksteady & LisaSixties (Ska, Rocksteady, Skinhead Reggae, Soul, Beat).

Ingresso serata 10€.

Ci teniamo a dire che questa non è una serata come un’altra, ma un modo per far rivivere in noi il nostro caro Cristian.

HIGH GIN in concerto

SABATO 26 OTTOBRE       ORE 21.00

band punk rock valtrumplina.

dai pezzi più spinti degli anni ’50 al Proto-punk, dai Ramones ai Blink 182. there ain’t nobody that can stop us now.

James Paul turrini – chitarra e voce

Francesco Pedersini – batteria

Fabio Zanoletti – basso e mascotte

IL VERBO MUSICATO

SABATO 12 OTTOBRE ORE 21.00         CS 28 MAGGIO
Una lezione-concerto unica nel suo genere, che unisce parola e musica. I riflessi della canzone popolare sugli scenari sociali e culturali, dagli anni 60′ sino ad oggi. Una selezione finissima di canzoni interamente suonate ripercorrendone lo stile ed il significato più fondo, e spiegate una per una con chiarezza e profondita. Un’esperienza conoscitiva mai fatta nel campo dell’esperienza concertistica pop, che mette in luce verita poco note o ignorate e abbatte luoghi comuni instaurati nell’immaginario collettivo, e che e ora di scardinare. Diviso in 4 scenari, Italia, Francia, Inghilterra e America, con un Concerto per ogni scenario, nella sua versione Speciale, mescola i quattro capitoli, presentando Canzoni senza tempo e senza confini di genere, da Endrigo a Bowie, da Tenco a Lennon, da Lolli a Lennon, da Ciampi a Brel, da Iggy Pop a Battisti, a Onorato. La storia della musica del Novecento e dei primi scorci degli anni Zero come non li avete mai ascoltati e considerati. Il Verbo Musicato e un Concerto che elegge ogni singolo spettatore a testimone universale del proprio tempo. Per chiunque non abbia rinunciato a pretendere un ruolo di protagonista della storia. Continua a leggere...

FESTA DEL CENTRO SOCIALE 28 MAGGIO

Centro Sociale 28 maggio in Festa a Cologne!
dal 18 al 21 luglio
Giovedì 18 – DJSET
Venerdì 19 – DI DI BAND+DENTIFRICIO ANTIFORFORA
Sabato 20 – DJ ANGELO
Domenica 21 – ore 13.00 PRANZO SOCIALE
– ore 21.00 RUSTY FINGER BLUES
Tutte le sere CUCINA e stand della LIBRERIA!
Vi aspettiamo!

“ Il segreto è che siamo sognatori, siamo utopistici, ma non di quei sognatori che stanno sempre con il cuscino sotto la testa sulla veranda di casa, siamo sognatori con i piedi piantati per terra, siamo sognatori con gli occhi bene aperti, siamo sognatori che conoscono gli amici e conoscono i nemici”